Coating e luminosità di un binocolo

Il coating è quel fenomeno che indica il fatto che dal 3 al 5% della luce che va a colpire colpisce frontalmente una superficie è subito riflessa dalla superficie delle lenti e anche dei prismi, e questo nonostante siano superfici trasparenti. Questo spiega quale è l’importanza non solo di un basso indice di rifrazione del vetro che viene adoperato generalmente per i gruppi ottici, ma anche di specifici rivestimenti per tutte le superfici che vengono attraversate dal fascio luminoso: in questo modo perciò la dispersione viene ridotta. La parola quindi “coating” è un termine inglese indicante perciò lo specifico rivestimento antiriflesso che troviamo nei binocoli. In genere nei vari modelli che ci sono in commercio, possiamo trovare indicato questo termine e coniugato in 4 diversi modi: ossia in base al numero di strati che vengono applicati, e in base al numero di superfici. Sicuramente nelle schede tecniche potrete trovare una serie di sigle che si riferiscono a questo rivestimento.

Abbiamo la sigla C, che sta per Coated, in questo caso si prevede l’applicazione di un unico strato di rivestimento antiriflesso sulle superfici esterne delle lenti dell’obiettivo e degli oculari. Con la sigla MC invece, che sta per Multi Coated, viene contemplata l’applicazione di più strati antiriflesso alle superfici esterne delle lenti.

Poi abbiamo la FC, ossia Fully Coated dove un unico strato antiriflesso viene effettivamente applicato sia alle superfici interne sia quelle esterne delle lenti, ma anche alle superfici esterne dei prismi. L’ultima sigla più utilizzata è MFC, Multi Fully Coated, che vede invece tutte le superfici delle lenti e le superfici esterne dei prismi trattati con una serie di più strati antiriflesso.

Per quanto riguarda invece la luminosità di un binocolo, ci indica invece quanta luce “entra” dall’obiettivo e quanta ne “esce” effettivamente dagli oculari. Sostanzialmente dal punto di vista tecnico la luminosità di un binocolo viene espressa con la dicitura “indice di luminosità” ma possiamo trovare anche la scritta “pupilla in uscita”. Il valore è in millimetri e individua il diametro del fascio di luce che si trova in uscita dall’oculare. Ciò significa che un maggiore valore indica una maggiore luminosità del binocolo, perciò il suo essere in grado di “percepire” la luce.

Se volete avere maggiori informazioni su questi argomenti, vi consiglio di consultare il sito https://binocolomigliore.it.