Come trasformarsi in panettieri con le migliori impastatrici

L’impastatrice è ormai un must in cucina. A seconda che si cerchi un prodotto commerciale o ad uso domestico, si entra in un mondo di sapori e tradizioni gastronomiche che si connota da subito come una vera e propria filosofia di vita, un approccio alternativo, vero e profondo, alla riscoperta dei valori della cucina intesa come fulcro della vita domestica, fatta di sapori e profumi perduti che una buona impastatrice può riportare a galla. Vediamo, allora, come trasformare la nostra cucina in un ambiente dedito alla panificazione degno delle migliori panetterie o pasticcerie, in grado di produrre risultati professionali in grado di deliziare l’anima e il palato. Non ci credete?

Mettetevi alla prova con un’impastatrice che vi dimostrerà come potranno prendere corpo manicaretti, pizze e pagnotte che non avreste mai pensato di riuscire a fare. Ciò è possibile per l’elevato spessore qualitativo raggiunto da queste macchine che, lungi dallo sporcare di farina mani e pareti, senza fatica e in poco tempo riusciranno a portare fra le quattro mura il fascino della pizzeria, del panificio o della migliore pasticceria ‘fai da te’, per la soddisfazione di principianti e non. Con l’impastatrice la cucina si trasforma in un laboratorio di panificazione da mastri fornai, pensa a tutto l’impastatrice, il resto lo farà il forno o fornetto a seconda dei prodotti, pizza, pane, biscotti o torte che siano, con risultati sorprendenti e al di sopra delle aspettative.

Planetarie, a forcella o a spirale, le impastatrici hanno raggiunto livelli di qualità professionale, specializzate anche per celiaci, con un pacchetto di opzioni per ottenere il meglio in termini di velocità e consistenza dell’impasto. Affinché il lavoro riesca al bacio serve una buona impastatrice con un motore potente quanto basta per affrontare impasti consistenti, con elementi chiave come resistenza e poliedricità per ricette dolci o salate. Anche le impastatrici, al pari dei robot da cucina, possono essere multiuso, nel senso che non lavorano un solo tipo di impasto, ma si fanno apprezzare per preparazioni base e amalgami di varia natura, sia ispirati alla tradizione mediterranea che a piatti esotici in grado di stuzzicare l’appetito e di solleticare la gola.