Testine per giradischi: i modelli Shure per lo scratch, perché sono le più amate dai Dj

Quando si parla dell’effetto ‘scrutch’ in un giradischi i Dj sanno bene di cosa si tratta, si potrebbe tradurre con ‘struscio’ della puntina sul vinile, col risultato di una musica spezzata e ritmica, tipica delle discoteche. Ci sono puntine specializzate per ottenere questo particolare effetto che consiste nel saltare di solco in solco sul disco. Fra queste le Shure, fra le più apprezzate per la qualità e le prestazioni eccellenti che offrono e che si adattano bene soprattutto alle esibizioni ‘live’ dei dj per la notevole corposità del suono e i materiali di fattura in lega di alluminio che assicurano un’impareggiabile solidità e durata nel tempo, riducendo al minimo l’usura del disco in vinile. Chi ha un vecchio giradischi da rispolverare può trovare in queste puntine un ottimo accessorio per ‘resuscitare’ il proprio apparecchio in disuso. Fra l’altro sono prodotti molto semplici da installare, in quanto forniti con il kit di fissaggio, comprensivo di viti e cavetti, risultando un’operazione fattibile anche dai più inesperti.

Il neo di questo tipo di puntine è il prezzo, superiore alla media standard, che potrebbe scoraggiare chi ha un budget risicato, sebbene sul web si trovino ghiotte offerte che vedono il prodotto al top della hit di vendite online. Ricapitolando, sono molti i ‘pro’ di queste puntine, non a caso scelte dai migliori Dj professionisti proprio per la loro straordinaria resistenza ai salti sul vinile che non pregiudicano la qualità della riproduzione audio. A ciò si aggiunga la semplicità dell’installazione e la prevalenza della lega di alluminio che garantisce una maggiore durevolezza.

In men che non si dica una puntina Shure ridarà smalto ad ogni giradischi ormai in pensione da tempo, rinvigorendolo e riportandolo agli antichi fasti di un tempo. D’altronde, il marchio Shure è uno dei più affidabili su scala planetaria nel campo della produzione di testine per giradischi. Chi vuole il meglio dovrà sacrificarsi a sostenere una spesa maggiore, ma non potrà esimersi dal bussare alla porta dell’ormai centenaria casa di produzione statunitense. Per altri brand gli audiofili (e non solo) possono trovare un vasto assortimento di proposte di mercato sul sito tematico https://giradischimigliore.it.